Consulenza Posizionamento Google

Una consulenza posizionamento Google mira a portare il tuo sito nelle prime posizioni del motore di ricerca. La prima pagina di Google occupa il 95% dei click degli utenti. Ma trovare posto tra i primi 10 siti del ranking non è facile.

Per esperienza però posso dirti che queste difficoltà vengono superate con una strategia completa, una consulenza di posizionamento (SEO) mirata che punta a costruire traffico di qualità, grazie a contenuti efficaci, originali, di una qualità senza rivali nella rete.

Come funziona il Posizionamento su Google

La consulenza è divisa in 3 fasi generali, a loro volta divisa in sotto-fasi, che per brevità vedremo sotto forma di panoramica.

Anzitutto a chi si rivolge e quali sono i siti che dovrebbero usufruirne?

Di norma, io non accetto lavori che non abbiano un ritorno di investimento in termini di ricavi, se l’intento del committente è commerciale. Se il cliente vuole solo aumentare il traffico per ricavare dalla pubblicità sul suo sito, o da affiliazioni, non ci sono problemi di sorta. Anche nel caso di un’e-commerce l’aumento del traffico da Google, se mirato, in astratto porta a più vendite. Cioè a un aumento del traffico di utenti che hanno una consapevolezza e propensione all’acquisto molto marcata.

Negli altri casi va considerato il ritorno di investimento caso per caso. Ed è giusto così. Sinceramente non mi sento di consigliare male il cliente che vuole raggiungere la prima posizione in una keyword che poi non gli porta nulla.

  1. Per me sarebbe fin troppo facile posizionare una keyword non remunerativa, perché questo genere di keyword ha una concorrenza blanda, che una buona consulenza strategica può battere. Io stesso, sfruttando la mia esperienza, posso produrre contenuti di alto valore su keyword a basso impatto remunerativo, senza problemi. Ma non ha senso.
  2. Sarebbe invece molto più saggio identificare, attraverso le operazioni strategiche della prima fase, quelle ricerche con intento transazionale o commerciale, suscettibili dunque di produrre un acquisto o una richiesta di contatto. Anche qui però non ha senso puntare keyword molto competitive, sempre che il cliente non voglia spendere cifre esorbitanti. Va sempre fatto un bilanciamento onesto tra la disponibilità economica del cliente e il numero e la qualità delle operazioni che si possono fare.
  3. Per questo motivo, la mia consulenza posizionamento Google non ti vincola a contratti lunghi, ma ti propone un modello di crescita scalare, a moduli, che ti aiutano a ottenere dei risultati fin dai primi passi. Sta a te poi decidere quanti risultati vuoi, quanto vuoi espandere il mio raggio d’azione. Se non ottieni risultati dalle prime operazioni (diciamo entro i 3 mesi, salvo complicati casi di penalizzazioni o forte concorrenza) hai diritto di pensarci sù e non di rimanere legato a dei vincoli, che non sai dove ti porteranno. Il mio lavoro va valutato nella sua interezza, ma è giusto che riceva una tua valutazione. Tieni conto che in alcuni casi è possibile creare traffico remunerativo già in 3-4 settimane.

Le operazioni di indicizzazione e posizionamento sui motori di ricerca si rivolgono in particolare a:

  • Siti aziendali e di enti e organizzazioni, PMI e attività commerciali;
  • E-commerce e negozi online;
  • Attività locali (vedi consulenza local seo) da posizionare su Google Maps;
  • Studi professionali, siti web di professionisti;
  • Studi medici e dell’area salute;
  • Laboratori artigianali;
  • Lavoratori autonomi;
  • Blog, forum, siti personali;
  • Siti con affiliazioni (Amazon) e pubblicità;
  • Magazine e riviste;
  • Siti tematici;
  • Siti turistici (parchi, hotel, ristoranti, bed and breakfast et cet).

Le fasi del posizionamento su Google

Analisi delle ricerche e del mercato di riferimento

In questa fase analizzo le ricerche pertinenti rispetto ai temi trattati dal sito obiettivo delle operazioni di posizionamento su Google. Lo scopo è quello di trovare idee e spunti per costituire un piano editoriale, rafforzare i contenuti presenti, e soprattutto raggiungere quegli utenti che mostrano un livello di consapevolezza di tipo commerciale, cioè sono propensi ad acquistare un prodotto o un servizio. Oppure raggiungere utenti che cercano specifiche informazioni e soluzioni ai problemi, fornendo loro risposte e suggerimenti utili.

Analisi della concorrenza e dei siti top nelle ricerche

Studiare i siti concorrenti comporta due vantaggi:

  1. Sai cosa sta facendo la tua concorrenza, quindi su quali parole chiavi stanno puntando.
  2. Hai uno spunto su cui fare affidamento per cercare di raggiungere la prima pagina di Google con una strategia che funziona. Lo studio poi prosegue nel tempo, dando a me – in quanto consulente seo – del margine per intervenire, aggiustare, migliorare i contenuti.

L’analisi e lo studio dei siti top è fatta attraverso software professionali, che hanno un costo in licenza di 1000 euro l’anno e che metto a tua disposizione, tramite una serie di report, per scoprire che strategia di posizionamento sicura adottare per raggiungere risultati certi.

Audit SEO e analisi dello stato del sito

Grazie all’audit SEO è possibile svolgere una vera e propria perizia sullo stato del sito, il livello di indicizzazione, la presenza su Google, l’attuale ranking. Ma anche verificare la sussistenza di errori che possono riguardare:

  • l’ottimizzazione dei meta tag, come ad esempio un uso non corretto del meta name title;
  • la presenza di duplicazioni;
  • la lentezza nella navigazione;
  • la presenza di collegamenti rotti e vicoli ciechi;
  • l’assenza di una struttura funzionale che favorisce la conversione del traffico in vendite, click o contatti.
  • il mancato posizionamento su keyword fondamentali;
  • l’assenza del posizionamento local per le attività locali;

Piano editoriale ed ottimizzazione del sito

In questa fase si risolvono tutti i problemi e le mancate ottimizzazioni derivanti dall’audit SEO. Mentre dall’analisi delle ricerche e della concorrenza si giunge a un piano editoriale, con lo scopo di colmare le lacune e potenziare il sito con dei contenuti di alta qualità destinati a fare la differenza. Il piano editoriale comprende una calendarizzazione di interventi ad hoc per migliorare i contenuti esistenti e crearne di nuovi.

Imposto una struttura logica e gerarchica, definita Seo a Silos, cioè a compartimentazione, per facilitare il crawler di Google nella scoperta dei contenuti e migliorare l’indicizzazione al massimo.

Il sito viene velocizzato per valutarne il rendimento complessivo su Google e l’esperienza di navigazione degli utenti, cercando di far rientrare il sito nei parametri dei segnali web essenziali.

Link building e/o citazioni locali

La campagna di link building è divisa in due fasi:

  • campagna di risveglio del sito, vengono creati dei backlink a partire dalla produzione di contenuti di qualità. Si tratta di un primo intervento volto a “svegliare” il sito, farlo notare da Google e porre le premesse per una ulteriore visibilità su internet.
  • campagna di potenziamento della link popularity, successiva, che ha lo scopo di battere la concorrenza su keyword più competitive. La mia idea è che su queste operazioni si debba “spendere” di meno per affidarsi invece alla creazione di contenuti di qualità, che trovino link in entrata naturali. I link sono la “valuta” del posizionamento e danno un segnale a Google dell’autorevolezza e popolarità del sito. È fondamentale che non siano spam, che non appartengano a schemi di link e che ci sia un controllo editoriale alla base, altrimenti si rischiano delle penalizzazioni.
  • in questo contesto rientrano anche le citazioni local per il miglioramento della posizione su Google Maps, per tutte le attività locali. Le citazioni confermano a Google l’esistenza di una certa attività in un preciso indirizzo fisico (NAP).

Consolidamento e perfezionamento della “consulenza posizionamento Google”

In questa fase finale si consolidano le posizioni raggiunte, si fanno piani per posizionare altri contenuti, si prepara il terreno per la fine della consulenza, perfezionando il processo di acquisizione dei contatti, di clic o di vendita là dove necessario. Da qui in avanti io consegno un sito che sviluppa traffico, ma che può ancora migliorare. La consulenza posizionamento Google può considerarsi terminata e il sito può andare avanti da solo, con la cura del suo proprietario. Tutto sta nella volontà del cliente di moltiplicare per tot di volte il numero di interventi.

Ma nel mio caso, essendo un cliente che ormai ha mostrato piena fiducia nelle mie qualità di consulente SEO, queste operazioni sono scontate e mirate. Senza costi superiori e – ancora una volta – senza ricorrere a condizioni capestro e contratti cavillosi di lunga durata.